Darkroom

The great photographer Ansel Adams compared the negative to a composer’s score and the print to its performance and interpretation.

If the negative is the cornerstone of a photographic history, printing in the darkroom is its reading and interpretation.

An urge to fully experience the creative and artistic process related to classical photography got me back to the darkroom prints for Wedding Photography. Developing an image in a darkroom is a timeless experience. The feeling you get when you see an image appearing on a sheet of paper that was previously white is almost magical. I see the print as the completion of the photo shoot and the expression of the photographer’s vision and creativity.

Developing and printing photos in a darkroom requires a series of manual operations. The first step involves the use of an enlarger to expose the image projected by the negative on the photosensitive paper. The prints are subsequently immersed in chemical solutions and the development is checked visually (the print remains in the developing liquid until the image has reached its full density). At this point, the fixer will help removing the unexposed halides, and the wash will eliminate the residues of chemical products and ensure the stability of the image.

The last step is the drying. It’s possible to use either a print dryer or print drying screens (for a glossy surface).

Prints made from the same negative will never be identical because of the imperceptible differences and variables that always occur in a chemical process that is controlled and managed manually. This provides authenticity and uniqueness to fine-art darkroom prints.

I have decided to offer this exclusive and refined Wedding Photography service to my select Clients who appreciate the artistic value of darkroom printed Wedding
photos. The fine-art analogue black and white print of a photo is the only means capable of giving the image an authentically Vintage perceptual connotation, which is not reproducible with other media and supports. Over the years it will become an extraordinary, increasingly precious memory of your Wedding, a creative and artistic heritage for your family – heritage characterized by uniqueness, irreproducibility and beauty that will always accompany the memories of your Wedding in Italy with Carlo Carletti as your wedding photographer.

Darkroom

Ansel Adams paragonava il negativo ad uno spartito musicale e la stampa in camera oscura alla sua esecuzione ed interpretazione.

Se il negativo è l’elemento cardine della vicenda fotografica, la stampa in camera oscura ne è la lettura e l’interpretazione.

Sono tornato da qualche anno a proporre la stampa da camera oscura come momento creativo, artistico e valoriale. Vedo la stampa professionale da camera oscura come il completamento dello scatto fotografico ed espressione della visione e la creatività del fotografo.

Il processo della stampa analogica in bianco e nero consiste in una serie di azioni eseguite all’interno di una camera oscura per sviluppo fotografico. Il primo passaggio prevede l’esposizione dell’immagine proiettata dal negativo sulla carta fotosensibile mediante un ingranditore. Le stampe vengono successivamente immerse in alcune soluzioni chimiche e lo sviluppo viene controllato visivamente (la stampa rimane nello sviluppatore fino a quando l’immagine ha raggiunto la sua piena densità). A questo punto vengono effettuati il fissaggio, grazie ad una soluzione che ha ha il compito di eliminare gli alogenuri non colpiti dalla luce, e il lavaggio che provvederà ad eliminare i residui dei prodotti chimici e assicurare la stabilità dell’immagine.
In fine, per l’asciugatura, le stampe possono essere ritagliate su una linea e collocate in un essiccatore di stampa riscaldato o, per una superficie lucida, su una lastra finita a specchio.

Ogni stampa eseguita manualmente dallo stesso negativo non sarà mai identica ad un altra per via delle impercettibili differenze e variabili che ogni volta si verificano in un procedimento chimico controllato e gestito solo manualmente. Tutto ciò conferisce autenticità e unicità alla stampa fine-art da camera oscura.

Ho deciso di offrire alla mia più attenta e selettiva clientela questo esclusivo e prezioso servizio perché sono consapevole suo del valore artistico nell’ambito della fotografia di matrimonio. La stampa in bianco e nero analogica fine-art è l’unico mezzo in grado di conferire all’immagine un connotato percettivo autenticamente vintage, assolutamente irriproducibile con altri mezzi e supporti. Negli anni costituirà una memoria straordinaria sempre più preziosa del vostro matrimonio e un patrimonio creativo e artistico per la vostra famiglia. Un patrimonio dai tratti di unicità, irriproducibilità e bellezza che accompagnerà sempre i ricordi del giorno più bello

Carlo Carletti Italian Wedding Photographer

Carlo Carletti, Italian wedding photographer. Discover the wedding stories he has to tell and be inspired by the emotions that only Italy is able to give.

P.IVA 00916500523
Last Update 03/04/2020
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram